Print this page
Sabato, 22 Dicembre 2012 18:39

Guida alla flora del Monte Matajur (UD) - Guida da campo

Vota
(0 preferenze)

Pier Luigi Nimis, Stefano Martellos, Livio Poldini - Foto di: Andrea Moro

Questa è la seconda versione riveduta ed annotata di una guida interattiva alla flora (617 entita') della porzione sommitale del M. Matajur (UD).
Il territorio copre una piccola porzione di un quadrante (nr. 9747) che ricade prevalentemente in territorio sloveno, corrispondente alle parti più elevate del M. Matajur al di sopra di Montemaggiore, ed è facilmente accessibile dal Rifugio G. Pelizzo. Esso comprende il Sito di Interesse Comunitario (SIC) nr. IT3320019.
Il M. Matajur (1650 m) è naturalisticamente il più interessante delle Prealpi Giulie. Ha attratto l'attenzione dei botanici sin dalla fine del '700, quando B. Hacquet (1739-1815) lo visitò più volte, dedicandogli uno studio approfondito (Hacquet, 1785). La flora del Matajur fu poi studiata da Brignoli (1810), Tommasini (1840, 1842) e Minio (1905), in tempi recenti da G. Simonetti, S. Pignatti e soprattutto L. Poldini. La flora del Matajur ospita alcune specie endemiche ed altre molto rare: per ulteriori informazioni si veda Simonetti (2005). Poldini (1991) censiva 428 entità, cresciute a più di 600 undici anni dopo (Poldini, 2002).
La prima versione della guida era stata realizzata anche grazie al significativo contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone.
La suddivisione in Famiglie segue il sistema dell’Angiosperm Phylogeny Group III (2009).

Bibliografia

ANGIOSPERM PHYLOGENY GROUP, 2009 - An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III. - Bot. J. Linn. Soc. 161(2): 105-121.
BRIGNOLI G., 1810 – Fascicolus rariorum plantarum forojuliensium. Tip. Guerrini, Urbino, 32 pp.
GORTANI L., GORTANI M., 1905-1906 - Flora Friulana con speciale riguardo alla Carnia. Udine.
HACQUET B, 1785 – Physikalisch-politische Reise aus den Dinarischen, durch die Julischen, Carnischen, Rhaetischen und die Norischen Alpen im Jahre 1781 und 1783 – Koelz, Koenigstein.
MINIO M., 1905 – Erborazioni nel bacino medio del Natisone. – N. G. Bot. Ital., 12, 1: 5-52.
NIMIS P.L., MARTELLOS S., 2005 - Guide alla Flora II - Le Guide di Dryades, 3. Serie Flore II. Edizioni Goliardiche, Trieste, 371 pp.
POLDINI L., 1991. Atlante corologico delle piante vascolari nel Friuli-Venezia Giulia. Reg.Aut. Friuli-V.G., Dir. Reg. For. e Parchi, Udine, 900 pp.
POLDINI L. 2002 – Nuovo atlante corologico delle piante vascolari del Friuli Venezia Giulia – Arti Grafiche Friulane, Udine, 529 pp.
TOMMASINI DE M., 1840 – Ausflüge auf die Bergen Sbeunize in Istrien, Matajur und Canin-Alpen, in Görzischen und in Trenta-Thal. – Flora Allgem. Bot. Z., 20,1: 65-79, 2: 81-96.
TOMMASINI DE M., 1842 – Ausflug auf den Berg Matajur in Friaul zur Aufsuchung des Triticum biflorum Brignoli – Flora Allgem. Bot. Z., 25 (2): 609-621, 625-635.
SIMONETTI G., 2005 – Flora del Matajur. – In: AA.VV.: Matajur. In Cammino sul Monte. – Sez. C.A.I. di Cividale, pp. 97-115.

Read 3501 times Last modified on Domenica, 23 Dicembre 2012 13:17