GIORNATA DELLA BIODIVERSITA' / DAN BIODIVERZITETE

Sabato, 01 Giugno 2013 15:02

Guida alle piante del Giardino Botanico di Valbonella

Vota
(0 preferenze)

Autori: Pier Luigi Nimis, Nevio Agostini, Carlo Pedrazzoli, Davide Alberti. - Foto di Andrea Moro – Sviluppatore: Rodolfo Riccamboni –

All’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, a circa 3 km da Corniolo (FC), il Giardino Botanico di Valbonella è un vero e proprio museo all'aria aperta, costituito da circa 2 ettari completamente dedicati a riprodurre gli aspetti vegetazionali e floristici dell’Appennino romagnolo. Realizzato nel 1983 il Giardino racchiude una ristretta area in cui trovano spazio numerose specie botaniche minacciate e protette dalla Legge Regionale dell’Emilia-Romagna nr. 2/77, catalogate e messe a dimora nei vari ambienti a seconda delle esigenze ecologiche e pedologiche.
Il giardino botanico è al momento organizzato in tre percorsi principali (1. bosco; 2. torrente e zone umide; 3. rupi, praterie e arbusteti), ognuno di essi corredato di brevi guide di approfondimento. Sui sentieri le piante sono identificate da cartellini con informazioni relative alla specie, oltre che alla loro corologia e forma biologica, mentre alcuni pannelli di approfondimenti facilitano la comprensione degli ambienti e della ecologia.
Da quando l’Ente Parco nel 1998 è diventato concessionario del Giardino Botanico, particolare attenzione è stata rivolta a garantire alcuni servizi fondamentali quali visite guidate, laboratori e altre attività di educazione ambientale. In questo senso la realizzazione di una chiave di riconoscimento della flora del Giardino Botanico è un passo fondamentale nel percorso di valorizzazione della struttura e dell’offerta formativa rivolta alle scuole, un tentativo di rendere la visita al giardino una vera esperienza di riconoscimento della biodiversità dell’Appennino romagnolo.

Read 3766 times Last modified on Venerdì, 04 Aprile 2014 08:52

Novità

Partner / Projektni partnerji

Università di Trieste, Dip. di Scienze della Vita (Lead Partner), Prirodoslovni Muzej Slovenije, Ljubljana, Univerza na Primorskem -Università del Litorale  Koper/Capodistria, Università di Padova, Dip. di Biologia, Zavod Republike Slovenije za šolstvo Ljubljana, Comune di San Dorligo della Valle - Občina Dolina, Consorzio del Parco Regionale del Delta del Po Emilia Romagna, Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente del Friuli Venezia Giulia (ARPA - FVG), Gruppo di Azione Locale Venezia Orientale (GAL Venezia Orientale - VEGAL), Triglavski Narodni Park, Univerza v Novi Gorici

 

Progetto Strumenti interattivi per l’identificazione della biodiversità: un progetto educativo in un’area transfrontaliera (SiiT): finanziato nell’ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.

Projekt Interaktivna določevalna orodja za šole (SIIT): spoznavanje biotske pestrosti na čezmejnem območju sofinancirana v okviru Programa čezmejnega sodelovanja Slovenija-Italija 2007-2013 iz sredstev Evropskega sklada za regionalni razvoj in nacionalnih sredstev.



© Copyright 2011 SiiT.
All rights reseverd.